google-site-verification=google-site-verification=aH2b_uUdSmTgS5gBFOjsgINvrJk5bY666jHw1uiFhmE

AciTelecom.it

Indirizzo: Corso Umberto I, 103

Acireale – 95024 Ct

Telefono: 095604122

Email: info@seguitel.it

Da piu' di 20 anni il tuo negozio di telefonia

​​Torna su

SEGUITEL SRL ©2019  - P.IVA 05128100871 - Cookies & Privacy Policy
23/04/2019, 01:52

prese elettriche nel mondo



Prese-e-spine-elettriche:-Paese-che-vai-standard-che-trovi


 Nel mondo, ogni Paese - o quasi! - ha un suo standard per le prese di corrente (e dunque, per le rispettive spine). Ecco perché è accaduto e perché forse sarà sempre così.



Spine e prese elettriche non seguono uno standard internazionale: se viaggiate molto lo saprete bene, se state per partire, attenzione, perché è possibile che la spina dei vostri apparecchi non sia compatibile con le prese che troverete. Ogni Paese (o quasi) ha infatti il "suo" tipo e qualcuno anche più di uno... 
Il brevetto di uno dei primi sistemi di presa di corrente elettrica, con attacco a vite, realizzato dall’americano Harvey Hubbell. 

ALL’INIZIO FU LA VITE. La prime vere spine elettriche apparvero in Gran Bretagna a fine ’800, mentre l’americano Harvey Hubbell brevettò altri modelli nel 1904 negli Usa. Fino a quel momento nelle case la corrente era impiegata prevalentemente per l’illuminazione e i primi elettrodomestici venivano collegati alla rete elettrica con un attacco a vite, come quello delle lampadine.I nuovi sistemi, invece, rispondevano all’esigenza di rendere i collegamenti più pratici e sicuri.Solo più tardi arrivò la spina con tre lamine, che prevedeva il collegamento di terra necessario per prevenire il pericolo di scosse. Negli anni successivi in (quasi) ogni Paese i progettisti svilupparono modelli tenendo conto più delle tecnologie disponibili che della possibile incompatibilità con i sistemi impiegati all’estero. IN FUTURO? SEMPRE UGUALE! Ancora negli anni Cinquanta, per esempio, la Gran Bretagna creò un suo standard che ignorava completamente quelli in uso altrove. E lo stesso capitò in altri Paesi. Ma anche dopo che viaggiare è diventato un fenomeno di massa (e questa "bizzarria" tecnologica si è trasformata in un vero problema pratico), ognuno ha continuato a sviluppare il proprio tipo di spina, soprattutto per ragioni economiche, anziché puntare su uno standard comune.  Arriverà mai, un giorno, la spina universale? Difficile, in realtà. Anche se tutti i Paesi dovessero mettersi d’accordo, resterebbe il problema della corrente, che, anche quella, non è la stessa in tutto il mondo. Per ragioni legate alla disomogeneità tra tensioni e intensità, chi viaggia molto continuerà ad avere a che fare come minimo con due spine: una per i 110 volt, con le lamine piatte, e una per i 240 volt, con gli spinotti cilindrici.


1
WEBIDOO-logo-footer
{

 Farmed by WEBIDOO

{
{

Motorola DynaTAC 8000X È il primo cellulare messo sul mercato. Siamo nel 1983 e costa 4 mila dollari. Pesa circa 1 kg ed è appannaggio di pochi professionisti che lo mostrano con un certo orgoglio. Il primo prototipo funzionante di Motorola DynaTAC 8000X venne realizzato nel 1973 da Martin Cooper.

{

Nokia 9000 CommunicatorArriva nel 1996 e dà il via alla categoria dei communicator, linea dedicata a manager e sviluppatori: era tra i primi con tastiera estesa e permetteva di inviare e ricevere le email (al tempo avevano ancora la e nel nome). Era dotato di 8 MB di memoria, di cui 4 dedicati alle applicazioni, 2 ai programmi e 2 per i dati dell'utente

{

Motorola StarTAC Arriva nel 1997 e porta un'innovazione nel design: è il primo cellulare a conchiglia. Si ispira a Star Trek.

{
{

Prese e spine elettriche: Paese che vai standard che trovi

23/04/2019, 01:52

Prese-e-spine-elettriche:-Paese-che-vai-standard-che-trovi

Nel mondo, ogni Paese - o quasi! - ha un suo standard per le prese di corrente (e dunque, per le rispettive spine). Ecco perché è accaduto e perché forse sarà sempre così.